I Viaggi del Gusto

Strade del Vino in Abruzzo

strade-del-vino-abruzzo

La produzione di vino in Abruzzo era presente fin dai tempi di Annibale (245 -182 a.C.). Fino a qualche decennio fa si puntava soprattutto alla quantità. Il vino abruzzese era usato spesso come vino “da taglio”. Oggi che la qualità della produzione è migliorata notevolissimamente, l’Abruzzo può vantare eccellenti vini che si possono fregiare della Denominazione di Origine Controllata.

Per valorizzare e far conoscere i prodotti enogastronomici e l’ambiente dal quale hanno origine, a livello regionale sono stati definiti i criteri per individuare e gestire le cosiddette “strade del vino”. Grazie a ciò oggi l’Abruzzo dispone di una eccellente rete di queste strade, ottimamente segnalate da appositi cartelli. Le strade del vino in Abruzzo sono 6. I percorsi generalmente partono da una località della costa per salire, a ovest, verso l’appennino abruzzese.

Vediamoli in sequenza, da nord a sud.

– Strada del vino di Controguerra
Parte da Alba Adriatica e tocca i paesi di Controguerra e Torano Nuovo per poi arrivare fino a Teramo. Controguerra è anche il nome del vino, DOC dal 1996, che si produce da queste parti. Da uve Montepulciano e Merlot si ottiene il tipo rosso, mentre da Trebbiano e Passerina il bianco.

– Strada del vino Colline del Ducato
Lungo questa strada, che prende il nome dall’antico Ducato di Atri, si coltivano la viti che originano i due classici vini DOC della zona: Montepulciano d’Abruzzo, nelle versioni Rosso e Cerasuolo, e il Trebbiano d’Abruzzo.

– Strada del vino Colline Aprutine
Il percorso di questa strada va da Montesilvano a Rosciano passando per Penne (dove l’omonimo lago è anche un’oasi del WWF). Anche qui troviamo il Montepulciano d’Abruzzo Doc e il Trebbiano d’Abruzzo Doc. Notevole è anche l’olio extra vergine di oliva DOP Aprutino Pescarese.

– Strada del vino Tremonti e Valle Peligna
Questo percorso parte da Pescara, attraversa le interessanti “gole di Tremonti”, e continua alla Valle Peligna, che è stata la prima zona interessata alla coltivazione della vite della provincia di Pescara. Tocca Prezza, Sulmona e Ofena. In quest’ultimo comune è importante la produzione di Montepulciano, mente nelle altre zone possiamo trovare Trebbiano, Malvasia e Moscato Bianco.

– Strada del Vino Colline Teatine
Questa strada parte da Francavilla al Mare. Attraverso un percorso che passa da Bucchianico e Fara Filiorum Petri, va a lambire la Majella, quindi ritorna verso la costa, terminando a Ortona. Attraversa anche Chieti, l’antica Teate, dalla quale prendono il nome le colline. Chieti è in una delle zone italiane che primeggia per la quantità di vino prodotto. Oltre al diffusissimo Montepulciano, notevole è l’olio extravergine di Oliva Colline Teatine DOP.

– Strada del Vino Tratturo del Re
Il tratturo è un largo “sentiero” formatosi grazie al passaggio di greggi o mandrie portate al pascolo. Si andava dalle montagne abruzzesi alla Puglia, e il Re di cui si fa menzione nel nome è (probabilmente) Federico II. Questo percorso si trova nel sud dell’Abruzzo e tocca, tra gli altri, i comuni di San Vito Marina, Atessa e Scerni. Anche qui troviamo i vini classici abruzzesi come il Montepulciano e il Trebbiano.

0 Comments
Share

Redazione

La Redazione di Travelroute.it è composta da autori che si occupano di scrittura in differenti ambiti. Attraverso questo blog vogliamo dare spazio alla nostra passione per il viaggio in tutte le sue forme. Collabora anche tu con noi per far crescere questo Blog. Recensioni o consigli sui viaggi che hai vissuto. Racconta il tuo viaggio, pubblica le tue foto e video.