Ecoturismo

Dublino con i mezzi pubblici

dublino-con-i-mezzi-pubblici

Dublino è una città a misura d’uomo, anche se è facile girarla a piedi ci sono zone più facilmente accessibili con i mezzi pubblici.

Dublino con i mezzi pubblici

Ecco una guida pratica per chi per la prima volta visita Dublino, come muoversi e i costi del trasporto.

Per chi si avventura per un fine settimana, sicuramente l’opzione più conveniente è il biglietto dell’autobus freedom ticket che permette l’utilizzo illimitato dei mezzi pubblici per 72 ore: indubbiamente la scelta migliore per chi decide di passare 3 giorni nella capitale irlandese!

Il freedom ticket con 30 Euro assicura viaggi illimitati ed è valido non solo per i mezzi pubblici ma anche per i mezzi di trasporto per/da l’aeroporto (Airlink and Xpresso), Il bus notturno ed in tour Hop on Hop off .

Per i ragazzi minori di 14 anni il costo è ridotto a 14 euro per lo stesso biglietto e gli stessi servizi.

Altri servizi offerti dal sistema pubblico sono le Leap Card.

Con la Leap Card si può scegliere tra la Ramble 5 days ed il biglietto settimanale.

Il biglietto Ramble 5 days: dà la libertà di muoversi per 5 giorni non consecutivi, il biglietto include anche i trasporti da/per l’aeroporto al prezzo di €29,50. In alternativa con la stessa cifra si può comprare il biglietto di 10 “viaggi per 90 minuti” valido per 10 giorni e dà la libertà di muoversi per 90 minuti. Anche in questo caso Il biglietto include il trasporto per /dall’aeroporto.

L’ultima opzione per chi rimane qualche giorno in più sono i biglietti settimanali. In questo caso si può scegliere tra il biglietto cittadino per la cifra di €27,50 che da accesso a tutti gli autobus, o al biglietto comprensivo che include bus/dart/luas al costo di 40 euro per chi vuole visitare i villaggi nei dintorni di Dublino.

Mi raccomando, non dimenticatevi di dire “Thank you” quando scendete dall’autobus! 😉

0 Comments
Share

Massimiliano Roveri

Massimiliano “Q-ROB” Roveri scrive per, su e di Internet dal 1997. Laureato in filosofia e prestato al mondo IT blogga, condivide (e insegna a bloggare e condividere) tra l’Irlanda e l’Italia.