Bloubank_Conservancy_foto_1259104712 In Offerta

In Villa nella Savana

1,400.00 1,050.00

“Una villa nella savana” non è solo una proposta originale di viaggio in Sud Africa, bensì uno stile di vita applicato al viaggio. Il management italiano sarà lieto di assistervi ed eventualmente guidarvi in escursioni e avventure, anche a misura di bambino. Le serate intorno al fuoco saranno ricche di racconti, di esperienze, di aneddoti, su cosa significhi davvero vivere in Africa. L’altra faccia di quel che potete leggere nelle pagine delle brochure che potete trovare nelle agenzie di viaggi, ma la faccia più autentica dove, da dietro l’angolo, fa capolino il mal d’Africa.

Villa nella Savana

Inviaci una richiesta per questo viaggio

inserisci nome
inserisci mail valida
inserisci il tuo numero
inserisci numero adulti
inserisci bambini
tipologia viaggio
inserisci messaggio
Category:
  • Descrizione

    Descrizione

    Questo itinerario è puramente indicativo e vuole essere un suggerimento, un’idea di viaggio. Come tale, completamente modificabile in funzione degli interessi dei partecipanti.

    Giorno 1
    Ritiro del proprio veicolo all’aeroporto di Johannesburg e trasferimento per Hoedspruit (5:30 ca.). Sistemazione in villa nella savana della Blue Canyon Conservancy. Breve safari introduttivo nella riserva prima del tramonto, prima di rientrare alla villa per un braai (bbq) intorno al fuoco (condizioni meteo permettendo).

    Giorno 2
    Intera giornata (in self-drive) alla scoperta del Blyde River Canyon e della Panorama Route. Fortemente raccomandata l’escursione in barca nel canyon, complementare alla vista dall’alto dello stesso dal famoso punto di osservazione conosciuto come Three Rondavels. Se avete tempo a disposizione, non mancate di fermarvi a Bourke’s Luck Potholes, God’s Window e Rain Forest, prima di rientrare nella riserva. Cena libera. (Per accedere alla gallery del Blyde River Canyon, clicca qui)

    Giorno 3
    Giornata (guidata) all’insegna del safari, attraversando la splendida Blue Canyon Conservancy, con la sagoma delle montagne del Drakensberg sullo sfondo. La riserva ospita tutta la grande fauna della savana ad eccezione dei bufali. Tra gli altri, leoni, elefanti, rinoceronti, leopardi, ghepardi, iene maculate, licaoni, ippopotami, coccodrilli, giraffe, zebre, gnu, kudu, impala, nyala, nonché specie rare com tsessebe, brown hyena e ground hornbills. Pranzo nel patio di una splendida manor house nella riserva. Un pò di relax nel pomeriggio, prima di proseguire verso il gate di Phalaborwa (Kruger NP), per un safari in aree ed orari chiuse al turismo, tra piste di sabbia rossa e koppies. Bushbraai nella savana, prima di proseguire con un safari notturno sulla via del ritorno al gate. Rientro nella nostra riserva nella notte. (Per accedere alla gallery della Blue Canyon Conservacy, clicca qui)

    Giorno 4
    Corso di orientamento al Khamai Reptile Centre. Imparate a conoscere l’affascinante mondod dei rettili, di ragni e scorpioni. Liberatevi di tutti quei falsi miti e irrazionali fobie, interagendo con alcuni esemplari non velenosi, osservandone il comportamento in natura. Alla fine del corso, sarete sottoposti a un test scritto per verificare quanto appreso. Khamai Reptile Centre ha un team dedicato al recupero di rettili all’interno di case o fattorie. Lo scopo è prettamente educativo, inseganndo al rispetto di queste creature, molto più innocue di quanto non suggeriscano leggende metropolitane, film di serie B o una certa pessima stampa. Istruzione e corretta informazione sono i due grimaldelli per scardinare ignoranza e pregudizi e fare una vera e propria opera di concervazione. Sarete sorpresi di quanto le cose non vi sembreranno diverse rispetto a prima. E se vi vengono i brividi al solo pensiero di vedere o toccare un rettile, questo è proprio il corso che fa per voi. La percentuale di successo è praticamente del 100%. Sotto la leadership di Donald Strydom, autentica leggenda vivente del settore, il centro è spesso utilizzato da troupe televisive da tutto il mondo, dalla BBC a National Geographic, al documentario di Missione Natura (La7) da noi organizzato. Nel tardo pomeriggio, safari nella riserva privata di Makalali con cena (opzionale) nella riserva, prima di rientrare alla nostra villa. (Per accedere alla gallery del Khamai Reptile Centre, clicca qui)

    Giorno 5
    Sveglia di primissimo mattino per entrare nel Kruger NP dall’Orpen Gate. Guida fino a Satara, lungo una strada dove talvolta è possibile incontrare branchi di licaoni e di leoni. Poco prima di raggungere Satara, sosta nei pressi di un grande stagno, abitato da coccodrilli, ippopotami e diversi uccelli, tra cui il marabu stork e l’aquila pescatrice africana. Lo stagno è inoltre meta per mandrie di elefanti, gnu, zebre, impala,waterbuck ma anche branchi leoni. A Satara, chiederemo il permesso per poter percorrere il 4×4 Mananga Trail, un itinerario di una cinquantina di km che si snoda perlopiù lungo piste che si aprono tra la savana della regione di Satara, habitat ideale per ghepardi e rinoceronti bianchi. Al termine del trail, rientro a Satara e pianificazione delr esto della giornata. Potete scegliere tra la scenografica Timbavati Road e fare un braai in un’area designata sulle rive di un fiume secco, oppure procedere verso nord, passando sul ponte sull’Olifants, prima di uscire da dal gate di Phalaborwa. Rientro alla riserva per la cena. (Per accedere alla gallery del Kruger NP, clicca qui)

    Giorno 6
    Mattinata a disposizione per relax o brevi attività nell’area (Jessica Hippo, lunch & spa nella vicina Kapama Private Reserve). Nel pomeriggio, safari nella premiata Thornybush Game Reserve. Sistemazione in suite al River Lodge. (Per accedere alla gallery del River Lodge, clicca qui)

    Giorno 7
    Ultimo safari del mattino, prima di ripartire alla volta di Johannesburg.

    Facebook Comments