Cultura

La riscoperta delle città d’arte d’italia: Venezia.

venezia

Venezia (…) giace ancora dinanzi ai nostri sguardi come era nel periodo finale della sua decadenza: un fantasma sulle sabbie del mare, così debole, così silenziosa, così spoglia di tutto all’ infuori della sua bellezza, che qualche volta quando ammiriamo il suo languido riflesso nella laguna, rimaniamo incerti quale sia la Città e quale l’ombra

(John Ruskin)

 

Città straordinaria. Magica. Strega chiunque passi di lì, attrae perché è bella. Bella come non mai. Bella come nessun’altra. Incantevole e sensuale. Se fosse una donna, Venezia sarebbe la più bella del mondo. Bionda, occhi verdi. Un sorriso magnetico, di quelli che ti catturano e non ti lasciano più andare via.

Venezia è una donna elegante. Una donna di classe, dal cuore buono. Sa cosa significa soffrire, sa cosa significa rialzarsi dal dolore. E’ orgogliosa e testarda. Venezia “capace d’amore, capace di morte”.

Per secoli fu uno dei principali porti di scambio tra Europa ed Oriente. E questo lo si può ben notare nel il suo gioiello più bello: la Basilica di San Marco. Tappa obbligata per chiunque passi in città. San Marco ne testimonia il suo illustre passato, la sua storia, la sua arte.

I mosaici, di chiara ispirazione bizantina, con quei colori e con tutto quell’oro creano un’atmosfera unica, che non si dimenticherà mai. In nessun altro luogo c’è una carica simbolica tanto mistica da avvolgere così prepotentemente l’osservatore.

Al suo fianco, il celebre Palazzo Ducale. Di fronte, Piazza San Marco. Altresì conosciuta come “Il salotto d’Europa”.

Venezia poggia su ben 118 isolette collegate da 354 ponti e divise da 177 tra rii e canali. E’ divisa nei sei sestieri di Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio e Castello. A questi va aggiunta anche l’isola della Giudecca, affacciata sull’omonimo canale, di fronte al Bacino San Marco.

E’ la città italiana con il più alto flusso turistico. Dichiarata patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco nel 1987. E’ una città d’arte,  di quelle che ti fa innamorare.

1 Comments
Share